Grecia Alberghi: Grecia, isole greche, viaggio

Milos Storia



Scegliere una destinazionee




Milos Storia, Grecia: Informazioni sulla storia di Milos, Cicladi

 

 

Tempi antichi

Milos fu abitata dal periodo neolitico (7000-2800)a.C. e si sviluppo piu velocemente rispetto alle isole vicine, a causa dell’esistenza di un materiale vulcanico, duro e nero, come il vetro. Gli abitanti di Milos erano specialisti nel lavorare questo materiale: lo usavano per fare strumenti e armi.
Poiche oggetti come questi sono stati ritrovati a Creta, a Cipro, nel Peloponneso e anche in Egitto, si crede che gli abitanti di Milos avessere un fiorente commercio.
 
Dopo due anni di assedio,gli ateniesi distrussero la citta ,uccisero gli uomini adulti, vendettero le donne e i ragazzi come schiavi.

Alla fine della guerra del peloponneso gli spartani predisposero che gli abitanti di Milos ritornassero sulla loro isola per ricostruire la citta.

Durante il periodo ellenistico, Milos attraverso un altro periodo di prosperita sotto il dominio dei macedoni, degli antigoni e dei ptolemei d’Egitto.
 
Dopo la caduta di Costantinopoli , ad opera dei franchi nel 1204, le isole dell’Egeo caddero sotto il potere dei veneziani. Milos fu dominata da Marco Sanudo la cui dinastia rimase fino al 1361.

Gli abitanti di Milos non si sottomisero mai a nessun dominatore straniero.

Quando il pirata Barbarossa conquisto l’isola,la dinastia Krispon(la dinastia seguente a quella di Sanudo)non fece resistenza e diede Milos ai Turchi.
 
Nel periodo di bronzo (2800-1100 a.C.) Milos si sviluppo e divento il centro della cultura cicladica.

La citta piu potente era Filakopi le cui rovine furono ritrovate sulla costa nord-est dell’isola vicino Pollonia, da due archeologi inglesi (Smith e Hogarth) nel 1896-99 e nel 1911.

Milos Storia:  Di piu sulle isole Cicladi,Milos ha una ricca storia

Le rovine rappresentavano tre diverse fasi storiche, coprendo un periodo di oltre 1500 anni; la citta fu tre volte distrutta e tre volte ricostruita dai suoi abitanti.

La distruzione finale di Filakopi fu probabilmente ad opera dei micenei, che costruirono una nuova citta dalle caratteristiche micenee.

Molte opere d’arte sono sopravvissute a questo periodo: anfore, vasi, affreschi, il tutto esposto nei musei archeologici di Atene e Milos.

Nel periodo arcaico la civilta minoica stava tramontando , la citta di Filakopi fu abbandonata dopo il 1100 a.C. Una nuova citta fu ritrovata sul sito dell’odierno villaggio di Klima; questa antica citta fu costruita dai Dori provenienti da Sparta e venuti a Milos a vivere.

Dopo alcuni anni i due popoli si fusero diventando un unico popolo: quello dei Dori. Le arti rifiorirono specialmente nel campo delle ceramiche tra le quali si e salvata la famosa anfora di Milos (vaso) finemente decorata.

Il periodo classico fu un tempo difficile per Milos;i suoi abitanti erano alleati degli Ateniesi durante le guerre persiane ma durante quelle del peloponneso cercarono di rimanere neutrali a causa della loro indipendenza; questo creo una reazione negli ateniesi, i quali, nel 426 a.C. inviarono una parte del loro esercito cercando di convincere Milos ad aiutarli, ma questi rifiutarono.

Cosi nel 416 a. C. secondo Tucidide fu inviata a Milos, da parte degli ateniesi, una nuova spedizione offensiva.

Milos fu assediata per due anni, ma i suoi abitanti ancora rifiutavano di prendere parte alla lega deliana comandata dagli ateniesi, nel nome della loro liberta ed autonomia.
 

Fu un periodo di pace durante il quale furono create stupende opere d’arte come la statua di Posidone, nel museo nazionale di Atene e come inoltre la Venere di Milos..

Il Periodo Romano

Questo, fu un periodo di tranquillita e pace per Milos. Il commercio dei minerali nell’isola cresceva e portava ricchezza agli abitanti; l’arte e l’artigianato sopravvissuti a quei tempi, mostrano lo sviluppo artistico degli abitanti di Milos.

Il centro della citta si trasferi nella zona nord di Tramithia dove nel 1896 fu scoperto un mosaico sorprendente che copriva il pavimento del tempio dedicato a Dioniso.

L’anfiteatro di marmo di Milos e datato nello stesso periodo; fu costruito nel sito dove la vista sul mare era stupenda; questo teatro testimonia il grande sviluppo spirituale e culturale degli abitanti di Milos durante questo periodo..

Gli anni cristiani

Il cristianesimo arrivo a Milos e si estese molto rapidamente nel primo secolo d.C.

Furono costruite delle catacombe per proteggere la fede cristiana e per permettere ai cristiani di adempiere alle loro cerimonie e doveri religiosi, seppellire i loro defunti lontano dagli occhi e dal rifiuto dei pagani.

Queste spettacolari catacombe possono essere visitate vicino al villaggio di Tripiti.


Il periodo bizantino e veneziano

Dopo il tramonto dell’ impero romano, tutte le Cicladi diventarono parte dell’impero bizantino.

Poche testimonianze e scritti ci sono pervenuti di quel tempo, ma e noto che Milos e altre isole furono preda di molte razzie di pirati.

La citta di Klima, capoluogo di Milos fu abbandonata dopo un disastroso.

terremoto e i reperti mostrano che gli abitanti si trasferirono in zone come Komia e Emborios.

Milos soffri per le razzie da parte degli arabi e slavi e nell’VIIIo e IX o secolo gli abitanti si ribellarono molte volte contro l’impero bizantino, principalmente per motivi religiosi e furono repressi con grande ferocita.
 

La dominazione Turca

Nel 1566 tutte le isole Cicladi vennero dominate dai Turchi. L’amministrazione dell’isola fu data da Piali Pasha a un banchiere ebreo di nome Joseph Nazis.

Dopo la sua morte, Milos cadde sotto il potere del Sultano Murat III. L’isola era semi-autonoma e doveva pagare le tasse al delegato del Sultano.

Durante la dominazione Turca ,Milos non era stata mai occupata da questi che, andavano sull’ isola ,solo per raccogliere le tasse e per controllare che non vi fossero irregolarita nei pagamenti di queste.

Durante quegli anni , l’isola subi distruzioni frequenti ad opera dei Veneziani, Turchi, e pirati. Nel 1675 un pirata locale,Gheorghios Kapsis,arrivo sull’isola e fu nominato re dagli abitanti del posto per i suoi forti sentimenti ostili contro i Turchi i quali, lo arrestarono nel 1678 e lo impiccarono a Costantinopoli.

Nel 1771, Milos venne dominata dai russi e poi riconquistata dai turchi dopo tre anni. L’isola di Milos fu la prima delle Cicladi a prendere parte all’insurrezione del 1821 e la prima battaglia navale si svolse nelle acque di Milos l’11 aprile del 1821.

Durante l’insurrezione greca ,l’isola di Milos divento un posto per i rifugiati dell’intera Grecia; l’isola fu annessa insieme alle altre isole Cicladi, alla Grecia ,nel 1830.

Dopo l’insurrezione

Durante la seconda guerra mondiale,Milos fu usata come base navale dagli inglesi e francesi.

Dopo la catastrofe dell’Asia Minore del 1922, Milos divenne un posto per molti rifugiati.

Durante la seconda guerra mondiale, i Tedeschi invasero Milo nel maggio del 1941: costruirono fortezze in molti villaggi per la loro sicurezza.

Gli abitanti di Milo resistettero eroicamente all’occupazione dei tedeschi e innalzarono la bandiera greca il 9 maggio del 1945.

Molti abitanti lasciarono l’isola per le difficili condizioni di vita e si spostarono ad Atene e negli Stati Uniti.

Con la comparsa del turismo,Milos e i suoi abitanti hanno visto un rapido sviluppo.
   
  Grecia > Cicladi > Milos Grecia > Milos Storia pagina in alto
 
: Creation and Copyright by GREEKA & Photography by 360.GR